The Banditi

click sull'immagine per visitare il sito ufficiale

The Banditi è la naturale evoluzione degli Jacinto Canek. La band, attiva dal 2002, è composta da sei elementi provenienti da città diverse (Verona, Roma e Terni): Alessandro Cuscov (tastiere), Dyandra Danieli (voce), Mirko Fischetti (voce), Damiano Martignago (basso), Andrea Pontara (chitarra), Enrico Strina (batteria).

Come Jacinto Canek hanno pubblicato nel 2007 l’album “Banditi”, che ha riscosso un grande successo presso il pubblico e la critica con un tour di oltre cento concerti tra Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia, Macedonia e Bulgaria.

Il loro sound ha conquistato Bill Gould, bassista dei Faith No More e label manager della Koolarrow Records. Anche grazie a lui è nata la collaborazione con i Kultur Shock (Seattle, USA) che ha permesso ai The Banditi di conquistare il mercato estero attraverso una serie di concerti insieme alla band americana.

Nel 2007 hanno affascinato anche Margarita Jimeno, la regista americana autrice del celebre documentario “Gogol Bordello Non-Stop”, che ha realizzato il loro primo videoclip, “Mio Nonno”.

Nel gennaio 2011, a un mese di distanza dall’uscita in Germania, Austria, Svizzera e Balcani,  esce in Italia “Achtung!” (Cinico Disincanto), un’esplosione di suoni duri e arrabbiati, in cui il rock si apre a differenti generi musicali: dal punk all’elettronica, dalle sonorità mediterranee agli arpeggi psichedelici. Nei brani del disco scale orientali incontrano riff metal, percussioni africane invadono melodie pop, fraseggi reggae sfociano in suggestioni balcaniche e punk.

“Achtung!” è stato registrato tra Roma e Colonia (Germania), e vanta la produzione artistica di Hannes Jaeckl (che ha collaborato, tra gli altri, con John Oliver, Elvis Jackson, Psycho-Path, Exodus, Paradise Lost, Prong, Amon Amarth e l’Hungarian Gypsy Music Orchestra). Nel disco sono inoltre presenti ospiti prestigiosi quali Srđan Gino Jevđević, cantante dei Kultur Shock (“Afghandub”) e Tommaso “Piotta” Zanello (“Globalover”). Con “Achtung!” i The Banditi si sono esibiti  al Supersound di Faenza, al Medimex di Bari alla Fête de la Musique di Berlino e al Vum festival di Zagabria e al Roma incontra il mondo festival.

Dicono di “Achtung!”:

Un disco non allineato a qualsivoglia canone e per questo stimolante, i cui dodici episodi – per lo più in italiano – centrifugano stili che vanno dal punk all’hard fino all’etno-rock orientaleggiante, alla psichedelia, all’elettronica, allo ska”. IL MUCCHIO – Gennaio 2011

Un rock sfrontato e scanzonato trafitto da anarchiche schegge elettriche segna dal primo all’ultimo brano Achtung! (CinicoDisincanto CD2010/07). Un azzardo ben riuscito”. MUSICA&DISCHI – Gennaio 2011

Questo disco è una autentica girandola di suoni, un patchwork caleidoscopico in cui vengono centrifugati senza apparenti gerarchie hard ed etno-rock orientaleggiante, punk ed elettronica, rock e psichedelica, ska e reggae”. BUSCADERO – Febbraio 2011

Lo dico subito: questo non è un album per i deboli di cuore. Il pop solare e ingenuo non è di queste parti. Achtung è un disco di quelli tosti. Lo propongono i The Banditi, che altro non sono che gli ex Jacinto Canek. La band romana ha cambiato nome, ma non lo stile deciso che li distingue da sempre. Il nuovo lavoro è un’esplosione di suoni duri e arrabbiati, in cui il rock diventa sincretico, e si apre a diversi generi musicali. Dal punk all’elettronica. Dalle sonorità mediterranee agli arpeggi psichedelici”.  Federico Genta, LA STAMPA – Maggio 2011

Una vera e propria esplosione di suoni duri e arrabbiati (…) partendo dal rock, si arriva all’elettronica per culminare in sonorità etno-folk.” IL FATTO QUOTIDIANO

Violente frustate di etno-punk hardcorizzato, suadenti vocalizzi arabeggianti, pregevoli inserti tradizionali balcanici, ironica teatralità e citazioni allo stato gassoso. Musica da centri sociali con mobilia di pregio”. RUMORE – Maggio 2011

www.thebanditi.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...